AWACS PLATINUM – AP64: L’ECCELLENZA PER IMPIANTI D’ALLARME RESIDENZIALI

AWACS PLATINUM – AP64
DISPOSITIVI WIRELESS D’ECCELLENZA PER IMPIANTI D’ALLARME IN ABITAZIONI RESIDENZIALI

Ogni ora in Italia (secondo fonti del Ministero dell’Interno, dati 2009) vengono svaligiate 17 abitazioni per un totale di 149.319 furti l’anno. In questi ultimi anni poi la sfrontatezza dei malavitosi fa sì che spesso il furto venga perpetrato quando la casa è abitata con conseguente rischio vita, oltre che dei beni, dei legittimi proprietari. Il furto in abitazione, oltre ad essere fonte di facili introiti illeciti per persone socialmente pericolose, è anche uno fra i reati che più spesso rimane impunito.

Questa breve considerazione ci da la proporzione del fenomeno e della sua incidenza nel tessuto sociale. L’attenta osservazione sull’evolversi di questo tipo di crimine e delle tecniche messe in atto dai ladri nelle abitazioni residenziali, è stata alla base delle considerazioni e della conseguente ingegnerizzazione della centrale AWACS PLATINUM AP64, pensata per essere uno strumento di sorveglianza meticoloso, è affidabile, prestante, dotata di diversi settori di sorveglianza, ma contemporaneamente semplice ed intuitiva, con una memoria storica degli eventi e molte altre funzioni rivelatesi di grande utilità.

Pensando alla necessità sempre più sentita di avere un avviso di tentata intrusione già quando il pericolo si sta avvicinando, la centrale può essere inserita a vari livelli ed i sensori associati alla protezione esterna possono dare un avviso distinto dall’allarme generale e quindi una grande tranquillità. Nell’ambiente domestico ci sono poi altri eventi da tenere sotto controllo (ad esempio fughe di gas, perdite d’acqua, rischi incendio); gestisce segnali di antiaggressione o telesoccorso.

Per venire incontro alle esigenze di semplicità di gestione dell’impianto, essa prevede delle visualizzazioni rapide: fino a 256 eventi in ordine cronologico identificando radiocomandi, sensori, stati, orario e modalità di inserimento/disinserimento totale o parziale; se è dotata di GSM consente di lanciare allarmi vocali, sms e di ricevere comandi dall’utente in una contenuta procedura di gestione remota.

Quattro settori indipendentemente inseribili.

Porta di comunicazione RS485 per la gestione di tastiere remote APT1 e concentratori zone filari APbus.

Dispone di una zona antimanomissione filare, 4 zone filari (bilanciate e aumentabili tramite concentratori APbus) e 60 zone via radio. Gestisce fino a 32 radiocomandi e 16 codici tramite la tastiera di gestione.

La massima distanza di ricezione dei segnali radio con l’antenna in dotazione è di 300 metri circa in area libera; all’interno degli edifici le massime distanze dipendono dai materiali di costruzione di muri e solai, nonché dalla configurazione ambientale.

Scheda tecnica

Dati

Tensione di funzionamento:
230 Vca ± 10% 50Hz
Corrente fornita dall’alimentatore:
2,0 A a 13,6 Vcc
Assorbimento:
200 mA (max)
Batteria allocabile:
12V – 7 Ah
Ricevitori supereterodina:
433,42 / 434,42 Mhz
Trasmettitore stati centrale:
433,92
Relè di allarme:
3 contatti 6 A
Temperatura di funzionamento:
da 0° a +40° C
Dimensioni:
345 x 270 x 75 mm (esclusa antenna)
Involucro:
lamiera d’acciaio verniciata

MANUALE IN AREA RISERVATA